La Gambling Commission britannica ha imposto una sanzione finanziaria a Camelot UK Limited per i guasti legati alla sua app mobile. Tutti i 3,15 milioni di sterline della multa saranno pagati per buone cause dall’attuale operatore della lotteria nazionale a seguito di un’indagine della Commissione su tre mancanze che hanno avuto un impatto negativo sui consumatori.

Il primo errore ha riguardato l’app mobile della National Lottery. Dopo aver scansionato il biglietto con lo scanner QR del dispositivo tra novembre 2016 e settembre 2020, 20mila giocatori sono stati informati di non aver vinto, quando in realtà i loro biglietti erano vincenti.

Il secondo errore ha coinvolto 22.210 giocatori che hanno acquistato un unico biglietto a estrazione tramite l’app ma gli è stato addebitato un importo doppio e hanno ricevuto due biglietti. Tutti questi giocatori sono stati identificati e rimborsati per la scommessa duplicata, mentre nel caso di scommesse duplicate vincenti, queste sono state pagate come tali su base duplicata.

Il terzo errore ha riguardato l’invio di messaggi di marketing da parte dell’app a 65.400 utenti che si erano auto-esclusi tramite Gamstop o erano stati identificati da Camelot come a rischio di danni legati al gioco. Nonostante siano stati inviati i messaggi di marketing, l’app non ha comunque consentito a nessuno dei giocatori in questione di acquistare un prodotto della lotteria nazionale.

I dettagli degli errori sono pubblicati nell’avviso di decisione della Commissione.

Andrew Rhodes, amministratore delegato della Gambling Commission, ha dichiarato: “Siamo rassicurati sul fatto che Camelot abbia adottato misure per assicurarsi che la loro app della lotteria nazionale sia adatta allo scopo. Tuttavia, dobbiamo avvertire Camelot che eventuali mancanze nei loro doveri avranno conseguenze. L’annuncio di oggi rafforza il fatto che qualsiasi operatore che non rispetti i requisiti di licenza sarà indagato dalla Commissione e non esiteremo a infliggere sanzioni in caso di violazione dei requisiti”.