Sarà attivo nella sede Coeso di via Verdi 5 a Grosseto lo sportello di ascolto e orientamento per il contrasto al gioco d’azzardo patologico che rientra nel progetto “Game L-Over. Giocare senza farsi giocare”, promosso da Anci Toscana e realizzato nel capoluogo maremmano dalla cooperativa San Benedetto e dall’associazione Dog – Operatori di strada.

Dal 3 ottobre, ogni lunedì dalle 16 alle 19, gli operatori dedicati saranno a disposizione della cittadinanza per informare e orientare, in presenza o a distanza, le persone con dipendenza legata al gioco d’azzardo o la loro rete familiare e amicale nel sistema dei servizi pubblici di supporto.

Il gioco d’azzardo patologico, infatti, è un problema piuttosto diffuso che, oltre a determinare difficoltà per chi ne è vittima, comporta esiti negativi anche per la rete familiare. Per questo, il Coeso Società della Salute è da anni attivo sul tema, favorendo azioni di prevenzione e promuovendo tutte le attività di collaborazione che possono contribuire a contrastarlo. “In questo contesto – dice la direttrice del Coeso SdS Tania Barbi – siamo ben lieti di ospitare questa attività di sportello, che si va a inserire in altre iniziative che da tempo portiamo avanti e lo fa in uno dei punti di accesso ai servizi sociali, la struttura del Pas di via Verdi”.

Accanto alle attività di orientamento e informazione, il progetto “Game L-Over” prevede anche un’unità di strada che seguirà il monitoraggio e la mappatura del fenomeno e la promozione di eventi pubblici di sensibilizzazione sul tema rivolti a cittadini, operatori sociali, esercenti e gestori di punti gioco.

Per informazioni: [email protected]

Articolo precedenteLotto e 10eLotto: ecco i top 10 numeri ritardatari e le vincite del 29 settembre
Articolo successivoScommesse Serie A, Inter-Roma: Mou prova il colpo dell’ex, ma su Stanleybet le quote premiano Inzaghi. Napoli e Atalanta da «1» per confermare il primato