Venerdì 1 marzo 2019 il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza della Basilicata, Vincenzo Giuliano ha incontrato i rappresentanti del mondo scolastico, istituzionale, sanitario e del volontariato in merito al tema del gioco d’azzardo patologico (GAP).

“Ho voluto fortemente questo incontro al fine di condividere insieme a voi le buone pratiche da mettere in campo, con la consapevolezza che la Basilicata presenta il più alto tasso di povertà educativa e di dispersione scolastica e, contemporaneamente, il ruolo genitoriale è venuto meno, lascando molto spesso i ragazzi abbandonati a sè stessi. Nel 2014 il Consiglio regionale ha approvato la legge n. 30 tesa a contrastare tale fenomeno cheviene considerato come una vera e propria ‘dipendenza comportamentale patologica’ e, come tale, una malattia che si può prevenire e curare. Per fare ciò è indispensabile il coinvolgimento degli enti locali, delle istituzioni scolastiche, le aziende sanitarie e di tutte le associazioni che operano nella lotta alle dipendenze di questo fenomeno dilagante”.