girls in tech
Print Friendly, PDF & Email

Si è celebrata ieri la Giornata internazionale della donna, che commemora le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche del genere femminile. Proprio in questo giorno così importante, la software house NetEnt , che coopera attivamente con il circuito dei migliori casinò online italiani , ha annunciato la sua nuova nuova partnership con l’organizzazione Girls in Tech Gibraltar.

Girls in Tech (GIT) è un’organizzazione globale senza scopo di lucro impegnata in progetti educativi rivolti alle donne appassionate di tecnologia. Lo scopo di GIT è volto ad agevolare i processi di crescita di donne innovative, desiderose di entrare a far parte del settore high-tech, incoraggiandole anche ad avviare delle startup. Tale obiettivo viene raggiunto attraverso la creazione di programmi innovativi e partnership strategiche a livello globale.

Sappiamo che attirare i talenti più brillanti è fondamentale per il successo della nostra attività, e questo è uno dei modi attraverso i quali cerchiamo di aiutarli facendoli crescere “, si legge in una nota diffusa da NetEnt. ” GIT costituisce un importante punto di incontro del mondo iGaming, un’organizzazione che che si erge a rappresentanza del mercato britannico. Non è rivolta solo alle donne professioniste, ma anche a quelle che manifestano un certo interesse ed inclinazione verso il mondo high-tech, che vogliono avviare delle startup. L’organizzazione cerca in tutti i modi di sostenerle durante il loro percorso di crescita professionale ”.

NetEnt attraverso questa partnership, cercherà di supportare le attività di Girls in Tech Gibraltar ed il suo impegno volto al progresso delle donne nel settore tecnologico.

La diversità e l’uguaglianza di genere rappresentano i punti chiave della strategia di Corporate Social Responsibility (Csr) messa a punto da NetEnt. Entro il 2020 la società si propone di raggiungere una rappresentanza di genere pari al 50/50 a tutti i livelli aziendali e la sponsorizzazione di Git non fa altro che rafforzare ulteriormente l’impegno di NetEnt, diretto non solo al raggiungimento del “traguardo 50/50”, ma anche a superare le diversità e le disuguaglianza di genere nel settore tecnologico.

Secondo quanto ha evidenziato il Gender Gap Report 2016 del WEF , (ricerca realizzata da diversi anni per monitorare i progressi del mondo (144 Paesi) nel cammino verso la parità tra uomini e donne), per superare questa disparità, bisogna accelerare il processo di riduzione delle disuguaglianze di genere nel settore, altrimenti si corre il rischio che, nell’epoca della quarta rivoluzione industriale, possa addirittura aumentare.

Dal report è emerso che le donne rappresentano solo il 26% di tutti i lavori nel settore della tecnologia, situazione confermata dall’ultima relazione sull’uguaglianza di genere e l’emancipazione delle donne nell’era digitale stilata dalla Commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere del Parlamento europeo.

In Europa solo il 9% degli sviluppatori, il 19% dei capi nei settori comunicazione e il 20% dei laureati in Informatica e nuove tecnologie sono donne ”.

Sono estremamente preoccupata dall’assenza delle donne nell’economia digitale ”, ha spiegato Mariya Gabriel, commissaria europea al Digitale. “ Un maggior numero di donne nell’occupazione digitale potrebbe portare ad un incremento annuale del Pil di 16 miliardi di euro nell’Unione europea. Tuttavia solo il 24,9% delle donne si laurea in settori legati alla tecnologia e solo il 14,8% dei fondatori di start-up sono donne, nonostante, le start-up al femminile abbiano in generale maggiori probabilità di successo ”.

Per tale motivo occorre combattere gli stereotipi nei media ed incoraggiare le ragazze a migliorare le competenze nel digitale e a seguire studi di scienza, matematica, ingegneria e tecnologia, promuovendo l’imprenditoria digitale femminile ”, ha concluso.

Commenta su Facebook