Le azioni di Evolution AB sono crollate quando il gigante svedese del gioco d’azzardo online ha contattato i regolatori del New Jersey e ha lanciato una indagine interna dopo che un concorrente ha accusato la società di fare affari nei paesi vietati.

Il titolo è crollato fino al 19% a 993 corone a Stoccolma, il massimo dalla sua offerta pubblica iniziale del 2015. Ciò ha esteso il suo calo per la settimana al 31%, riducendo il valore di mercato dell’azienda di oltre 96 miliardi di corone (11 miliardi di dollari), a 224 miliardi di corone.

Secondo quanto riferisce Bloomberg lamministratore delegato Martin Carlesund ha dichiarato mercoledì in una teleconferenza con gli investitori che Evolution ha contattato “in modo proattivo” i regolatori e ha avviato la revisione interna “per garantire che possiamo rispondere rapidamente a qualsiasi domanda”. 

La dichiarazione non è riuscita a calmare i nervi. Erik Moberg, analista di ABG Sundal Collier, ha affermato che non ha fornito “risposte” ed è stato “piuttosto irrilevante”.

Evolution ha tenuto la chiamata in risposta a una lettera che l’ avvocato Ralph Marra ha inviato alla Division of Gaming Enforcement del New Jersey il 12 novembre. Marra ha affermato che la società consente ai suoi prodotti di essere riprodotti in paesi in cui le scommesse online sono illegali o soggette a sanzioni. La lettera si basava su una ricerca di investigatori privati ​​assunti da un rivale con sede negli Stati Uniti senza nome, hanno detto a Bloomberg News persone a conoscenza della questione.

Durante la call e nella dichiarazione, Carlesund ha affermato che la società vende i suoi prodotti solo a operatori di casinò autorizzati e che non gestisce i soldi dei giocatori né li controlla.

“È responsabilità dell’operatore rispettare il regolamento e la propria licenza”, ha affermato.

 

Fino a questa settimana, Evolution era stato un titolo caldo, aumentando del 73% quest’anno fino alla chiusura di venerdì e quasi triplicando nel 2020 poiché i blocchi della pandemia hanno stimolato la domanda di gioco d’azzardo online.

L’azienda è leader nella fornitura di giochi “live dealer”. Invia feed live dei dealer negli studi televisivi ai giocatori che scommettono soldi veri sui giochi online.

Carlesund crede che le persone dietro la lettera abbiano utilizzato un indirizzo Internet di un paese non vietato per entrare su Evolution e quindi far sembrare che la società stesse accettando affari da mercati soggetti a sanzioni. 

“Utilizziamo tutti gli strumenti a nostra disposizione per bloccare il gioco da alcuni paesi”, ha affermato.

Lettera ai Regolatori

Un portavoce degli investigatori privati ​​ha contestato l’affermazione di Carlesund, affermando che le loro ricerche e i video mostrano l’intero processo di accesso ai siti Web, la riproduzione e il ritiro dai giochi Evolution, senza alcun uso di alcuna manipolazione tecnica. Le persone si trovavano in Iran, Francia, Spagna, Hong Kong, Italia e Svezia.

Nella lettera ai regolatori, l’avvocato Marra ha anche affermato che un attuale dirigente di Evolution ha detto agli investigatori privati ​​che la società opera in paesi che hanno ricevuto sanzioni statunitensi contro di loro, tra cui Iran, Sudan e Siria.