slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Lo stand all’interno dei padiglioni fieristici di via Punta di Ferro che reclamizza il gioco d’azzardo potrà essere eliminato alla scadenza del contratto. E’ quanto informa una nota congiunta di Fiera di Forlì e Comune. Lo stand dedicato al gioco è finito nel mirino delle polemiche da parte del Movimento 5 Stelle.

La nota spiega che “vi sono dei contratti già in essere” e pertanto “Fiera di Forlì ha già agito invitando gli operatori privati ad un comportamento coerente con i pubblici esercizi”. Al rinnovo dei contratti invece si darà attuazione ai nuovi paletti fissati dal Comune sul gioco d’azzardo, previsti nella delibera di Giunta Comunale n.481/2017, che prevede quattro azioni come prevenzione del gioco d’azzardo patologico: l’inibizione dei patrocini per eventi in cui siano presenti tra gli sponsor e gli espositori soggetti promotori di gioco d’azzardo; il divieto di installazioni e affissioni legate al gioco d’azzardo; il divieto di erogare contributi a favore di imprese titolari o promotrici di attività che favoriscano il gioco d’azzardo; il vincolo a non concedere concessioni di locali a favore di soggetti che intendano esercitarvi attività concernenti il gioco d’azzardo.

La nota spiega che “la Fiera di Forlì ha recepito immediatamente le recenti indicazioni del Comune di Forlì contro le attività che potrebbero indurre ludopatie. Questi principi erano già nella missione della Fiera stessa in quanto società pubblico-privata. L’evento indicato è stato realizzato da una storica società privata del territorio la quale aveva già in essere un contratto d’affitto dei padiglioni con la Fiera di Forlì per cui sceglie in piena autonomia e responsabilità i propri espositori”.

Commenta su Facebook