tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quinta) ha respinto l’istanza cautelare presentato contro il Ministero dell’Interno per l’annullamento del decreto del Questore di Caserta emesso in data 14 giugno 2016 con il quale veniva revocata la licenza di polizia rilasciata in data 11.12.2015 per la commercializzazione di giochi pubblici.

“Considerato che, ad una sommaria delibazione, il ricorso non appare assistito da elementi di evidente fondatezza, in quanto il provvedimento impugnato non risulta privo di fondamento giustificativo (in base alla documentazione depositata dalla amministrazione resistente, il ricorrente avrebbe costituito con un soggetto terzo un’associazione in partecipazione che costituirebbe un’operazione economica fittizia, elusiva, di fatto, delle norme dirette a salvaguardare i giochi pubblici dalla infiltrazione della criminalità organizzata, in particolare, delle disposizioni che prevedono il controllo di pubblica sicurezza sul titolare del punto vendita scommesse e sui suoi delegati); considerato che in questa fase il pregiudizio economico lamentato dal ricorrente è chiaramente recessivo rispetto alla esigenza di assicurare la salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica”; si legge nell’ordinanza, “Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quinta) respinge l’istanza cautelare”.

Commenta su Facebook