E’ stata intentata una causa contro Apple presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California. La denuncia afferma che Apple sta facendo soldi e traendo profitto dal gioco d’azzardo illegale.

La causa, pubblicata da Scribd (tramite AppleInsider), si concentra su app di casinò free-to-play che consentono agli utenti di acquistare valuta di gioco utilizzando denaro reale. Queste cosiddette “app di casinò social” consentono ai possessori di smartphone e tablet di provare il gioco d’azzardo in stile Las Vegas utilizzando le slot machine virtuali. Tuttavia, le fiches vinte possono essere utilizzate solo dai giocatori per continuare a giocare alle slot machine virtuali. Anche se i giocatori non possono fare soldi veri, Apple lo fa dal momento che ottiene il 30% degli acquisti in-app, inclusi quelli per le fiches del casinò. La denuncia dice: “Utilizzando Apple per la distribuzione e l’elaborazione dei pagamenti, i casinò social hanno stretto una partnership commerciale reciprocamente vantaggiosa”.

La causa sottolinea che attraverso l’App Store, Apple aiuta nella distribuzione di queste app, fornisce agli sviluppatori dati e altre informazioni sugli utenti e utilizza la sua piattaforma di pagamento in-app per elaborare i pagamenti in-app. I querelanti sostengono che Apple si ritrova con un taglio superiore a quello che guadagna la casa in un casinò reale.

I querelanti affermano anche che “il risultato (e l’intento) di questa pericolosa partnership è che i consumatori diventano dipendenti dalle app dei casinò social, massimizzando le loro carte di credito con acquisti che ammontano a decine o addirittura centinaia di migliaia di dollari”. Secondo i denuncianti, l’anno scorso i consumatori hanno speso 6 miliardi di dollari in fiches del casinò virtuale. La causa chiede lo status di class action aggiungendo che Apple viola la legge della California che vieta le slot machine. Accusa anche Apple di racket e riscossione di debiti illegali.

I querelanti, Donald Nelson e Cheree Bibbs, hanno speso almeno $ 15.000 ciascuno nella valuta del casinò virtuale. Questi vogliono che le azioni di Apple siano dichiarate illegali. Vogliono anche danni per l’importo delle loro perdite e vogliono che il tribunale ordini ad Apple di rinunciare ai suoi “guadagni illeciti”.