Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Controlli a tappeto delle forze dell’ordine nelle sale da gioco e nelle agenzie di scommesse di Venezia e provincia.

Un’operazione che ha coinvolto pattuglie della polizia, dei carabinieri e della guardia di finanza, coordinate dalla divisione di polizia amministrativa della Questura. Sono stati 214 gli esercizi controllati, con un dispiegamento di 176 uomini sul territorio. Denunciati quattro titolari di sale gioco disseminate tra Jesolo, Mestre e San Donà.

Si tratta di tre italiani ed un cinese: i militari hanno sorpreso dietro al bancone degli impiegati che i titolari avevano incaricato prima di ottenere l’autorizzazione del questore. A Cavarzere il gestore di un altro bar aveva installato un apparecchio da gioco non in regola, che è stato sottoposto a sequestro amministrativo. È scattata immediata la sanzione da 4mila euro. A Mira, invece, il proprietario di un locale ha consentito le giocate nell’orario pomeridiano vietato da un’ordinanza del sindaco.

Commenta su Facebook