Raffaele Cantone, presidente dell’Anac, ha ricordato a Torino, nel corso dell’incontro “Azzardo. Fra legislazione nazionale, regionale e regolamentazione degli Enti locali”, organizzato al Sermig dalla Consulta nazionale antiusura con la Fondazione San Matteo, come nel gioco d’azzardo vi sia un “rischio molto serio sul piano dell’infiltrazione criminale nell’economia”.

Rischio provocato dalla mole ingente di denaro che circola attorno al gioco d’azzardo. “Il fenomeno – ha detto ancora Cantone – è doppiamente preoccupante perché i cittadini possono finire, attraverso meccanismi truffaldini, nelle mani di organizzazioni vicine alla criminalità”.