L’associazione della lotteria statale tedesca Deutscher Lotto- und Totoblock (DLTB) ha registrato nell’ultimo anno un calo delle giocate, seppur marginale.

I tedeschi hanno giocato € 7,3 miliardi nelle 16 lotterie statali tedesche, ovvero un calo dell’1,2% annuo.

Jürgen Hafner, CEO di Lotto Rheinland-Pfalz e attuale presidente del DLTB, ha dichiarato di essere “molto soddisfatto” del risultato, spiegando che il calo è dovuto alla fluttuazione dei premi offerti dell’Eurojackpot .

L’Eurojackpot, che nel 2018 ha registrato un aumento delle vendite del 61%, ha sofferto della mancanza di premi alti, con un calo del 14,4% delle giocate. Tuttavia Hafner ritiene che  era prevedibile dopo la crescita “straordinaria” dell’anno precedente.

Nel 2019, il gioco Lotto 6aus49 si è rivelato essere molto popolare tra i giocatori. Da solo rappresenta quasi la metà – € 3,5 miliardi – di tutte le giocate. Per Hafner è un “buon punto di partenza” per un rinnovamento del prodotto previsto per il 2020.

In autunno il gioco sarà ottimizzato per offrire jackpot più alti, da finanziare con un aumento dei prezzi dei biglietti a € 1,20 .

Le lotterie statali stanno aumentando la loro presenza online, con 651 milioni di euro di biglietti acquistati , un aumento dell’11,6% su base annua.

Hafner ha osservato che le lotterie statali hanno pagato tasse e commissioni nel 2019 per oltre € 2,9 miliardi, pari a circa € 8 milioni al giorno. I fondi DLTB sono utilizzati per una serie di iniziative sportive e culturali e per la conservazione dei monumenti e la protezione dell’ambiente.

“Questi sono fondi di cui il nostro paese dovrebbe fare a meno se le società statali della lotteria non esistessero”, ha detto.

Guardando al futuro, Hafner ha affermato che l’attuale monopolio della lotteria è “un modello per il futuro”  per i legislatori che attualmente stanno lavorando allo sviluppo di nuove normative federali.

“Le nostre garanzie di gioco responsabile soddisfano perfettamente i requisiti di prevenzione delle dipendenze e protezione dei giocatori”, ha affermato. “Confidiamo nel fatto che un emendamento al Trattato di Stato del 2021 sul gioco si basi su questo [modello] con l’accordo di tutte le parti”.

Il nuovo trattato dovrebbe entrare in vigore il 30 giugno 2021, con una versione limitata delle scommesse sportive, tassata sul fatturato – attuato da gennaio 2020.