Questa notte alle 4.30 circa i Carabinieri della Compagnia di Venafro hanno tratto in arresto due pregiudicati campani, di cui uno evaso dagli arresti domiciliari che in trasferta in Abruzzo si erano appena resi responsabili del furto di 350 stecche di sigarette, 70 gratta e vinci, 250 euro in banconote e la somma di € 1.360 in monete ai danni di una tabaccheria di Alfedena (AQ).

Quando si era appena verificato il furto la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Castel di Sangro, diramava le ricerche del furgone con cui si erano allontanati i ladri. La limitrofa Compagnia di Venafro, immaginando che i malviventi fossero diretti in Campania, disponeva una rete di posti di controllo fin quando al confine con l’Abruzzo veniva intercettato il mezzo ricercato che non fermandosi all’Alt proseguiva a velocità forsennata lungo la SS.158 in direzione Venafro inseguito dalla pattuglia della Stazione di Colli A Volturno per oltre 10 km mentre una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Venafro eseguiva un posto di blocco all’altezza del distributore di benzina in località Roccaravindola.

Così il furgone è stato bloccato ed i due occupanti tratti in arresto. L’intera refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Un arresto che è stato eseguito grazie alla centrale operativa dei Carabinieri di Castel Di Sangro che, ricevuta la telefonata di un’anziana signora che segnalava il furto in corso, ha posto subito in essere un efficace dispositivo di ricerca dei malviventi allertando le centrali operative delle compagnie limitrofe ed anche l’attività di repertamento sulla scena del crimine svolta dal comandante della Stazione di Alfedena che ha estrapolato dal sistema di videosorveglianza della tabaccheria immagini utili all’identificazione degli autori del reato.