Questa mattina i militari della Stazione Carabinieri di Riccione hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Rimini nei confronti di un cittadino bielorusso, domiciliato nel Comune, ritenuto responsabile del furto commesso lo scorso 23 dicembre, ai danni di una tabaccheria. Quella notte a Riccione l’uomo, dopo avere forzato la porta d’ingresso, è penetrato all’interno dell’esercizio commerciale, riuscendo ad asportare denaro contante e gratta e vinci, per un valore complessivo di 3.000 euro circa.

Sul posto sono intervenuti i militari dipendenti che hanno proceduto a un sopralluogo ed al rilevamento delle impronte digitali lasciate dal malfattore. A seguito della comparazione eseguita dai militari del R.I.S. di Parma sulle impronte digitali rilevate, l’autore è stato identificato permettendo alla Stazione Carabinieri di Riccione di inoltrare, alla Procura della Repubblica di Rimini, apposita informativa di reato sull’accaduto. Sono state inoltre individuate a Rimini, Riccione e Ravenna, le ricevitorie dove alcuni dei gratta e vinci erano stati posti all’incasso.

Il bielorusso, sottoposto già da tempo al regime della sorveglianza speciale, è stato individuato anche quale autore di analoghi furti commessi – nei mesi precedenti – ai danni di tabaccherie a Misano Adriatico.

Dopo gli accertamenti l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Rimini a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.