È stato siglato il Protocollo d’Intesa tra ADM e il Comune di Foligno al fine di contrastare il commercio illegale derivante dalla realizzazione e commercializzazione di beni contraffatti.
L’accordo, di durata biennale, sigla la sinergia di forze tra i funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli e la Polizia locale della Città della Quintana.
A sottoscrivere l’intesa il Sindaco, Stefano Zuccarini, e il Direttore Territoriale ADM per la Toscana e l’Umbria, Roberto Chiara.
Con quello odierno ADM ha sottoscritto Protocolli in difesa del consumatore e delle imprese con i cinque principali Comuni dell’Umbria: dopo Perugia sono seguiti infatti quelli con Spoleto, Terni, Città di Castello e, appunto, Foligno.
“La contraffazione è un fenomeno che non danneggia soltanto i produttori e il commercio, con pesanti ricadute sul fronte occupazionale ed economico, ma può rischiare di creare problemi anche per la salute e la sicurezza, basti pensare alle contraffazioni alimentari, dei medicinali e persino dei giochi per bambini. Con questo accordo il Comune di Foligno si impegna a fornire la massima collaborazione all’Agenzia mettendo a disposizione la nostra Polizia Locale e rendendosi disponibile a organizzare eventi e campagne di sensibilizzazione aperte alla cittadinanza. Ringrazio in particolar modo il comandante Marco Baffa e gli uffici competenti” ha dichiarato il Sindaco Stefano Zuccarini.
“Una delle più importanti attività in difesa dell’economia del Paese e della salute del cittadino è proprio quella di contrastare la produzione e la vendita di prodotti contraffatti o che riportano una falsa indicazione sulla provenienza, origine e qualità rispetto a quanto dichiarato” ha affermato il Direttore di ADM per la Toscana e l’Umbria, Roberto Chiara. “Avviare queste sinergie anche con le forze di Polizia locale significa rafforzare il presidio di legalità sui territori a tutela sia delle imprese ed esercizi che operano nel rispetto delle regole della leale concorrenza, sia in difesa del consumatore spesso tratto in inganno, specie quando acquista da piattaforme elettroniche di e-commerce di dubbia affidabilità, dal prezzo molto conveniente. Nel giro di poco più di un anno abbiamo concluso cinque Accordi che posso anticipare hanno dato i primi, concreti risultati”.
Alla stipula del Protocollo erano presenti il Vicesindaco Riccardo Meloni, l’Assessore al Commercio Michela Giuliani, l’Assessore allo Sviluppo Economico Marco Cesaro, il Responsabile dell’Ufficio Provinciale delle Dogane, Benedetto Tavoni e i funzionari Francesco Amato ed Elisabetta Capuccini del Nucleo antifrode di Perugia.
La presenza di ADM a Foligno in questi giorni sarà ancor più significativa. L’Agenzia infatti è ospite degli organizzatori della kermesse “Primi d’Italia” con un proprio stand presso Palazzo Trinci dove sarà possibile vedere alcune tipologie di merci contraffatte sequestrate durante operazioni condotte presso i porti e aeroporti nazionali. L’Agenzia, proprio per onorare la storica manifestazione dedicata ai primi piatti italiani, schiererà inoltre anche due funzionari chimici del Laboratorio di Cagliari che illustreranno ai visitatori come si effettuano analisi e test sull’olio extravergine di oliva e sul grano. Ma non è tutto. In mostra sarà presente anche un sidecar contraffatto sequestrato dai funzionari ADM, reperto che raramente viene movimentato dal Museo dell’Anticontraffazione di Piazza Mastai a Roma.

Articolo precedenteLotteria degli Scontrini: a Ferrara vinti 25.000 euro
Articolo successivoMerkur UK estende il supporto alla ricerca innovativa Web3