Giuseppe Pecoraro, ex procuratore generale della Federcalcio dal 2016 al 2019, ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport: “C’è un problema di fondo, quello del rapporto con la magistratura che non può essere di carattere personale. Io avevo contatti istituzionali rafforzati da relazioni personali con prefetti, questure, procure. Questo mi consentiva di ricevere documentazione utile. Io ritengo che tale collaborazione vada formalizzata. Non è stato fatto nulla, nonostante le nostre sollecitazioni, su tre argomenti portanti quali i problemi di bilancio dei club, le scommesse e le plusvalenze. Manca la volontà di andare fino in fondo. Inoltre mi sarei aspettato di ascoltare una presa di posizione sulla questione dell’esame d’italiano di Suarez”.