Gli investigatori ucraini affermano di aver avviato un’indagine criminale nei confronti dell’ex procuratore generale Yuriy Lutsenko per presunti legami con operatori di gioco d’azzardo illegale.

Un portavoce dell’ufficio investigativo dello Stato ha detto che è stato aperto un procedimento penale “per sospetto di abuso di potere e cattiva condotta” nei confronti di  Lutsenko che avrebbe “facilitato attività di gioco d’azzardo illegali”.

Lutsenko, che ha lasciato l’incarico ad agosto, ha negato qualsiasi illecito, attraverso la sua pagina Facebook, dicendo che “bisogna avere una fervida immaginazione” per accusarlo di collegamenti con il gioco d’azzardo illegale.

Il nome di Lutsenko è apparso in un rapporto da informatore sul presidente degli Stati Uniti Donald Trump e sui suoi rapporti con l’Ucraina. La denuncia contro Lutsenko non indica una connessione con il caso americano.

I democratici nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti hanno avviato un’indagine di impeachment contro Trump, accusandolo di aver spinto impropriamente Kiev per indagare sull’ex vicepresidente Joe Biden e figlio Hunter, che avevano rapporti d’affari in Ucraina.

L’inchiesta è stata motivata da un resoconto di un informatore secondo cui  in una telefonata del 25 luglio Trump ha fatto pressioni sul presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy per indagare sui Bidens. Durante la chiamata, Trump ha elogiato Lutsenko come un buon procuratore e ha suggerito di mantenere la sua posizione.

Gli investigatori di Kiev hanno aperto la causa contro Lutsenko a seguito di una richiesta di un alto legislatore nel partito di Zelenskiy. Le autorità sono tenute ad aprire i casi su richiesta dei membri del parlamento.

Lutsenko ha ricoperto l’incarico nel periodo 2016-19. Si è dimesso ad agosto dopo che il neoeletto presidente Zelenskiy ha dichiarato di volere che il procuratore generale fosse “il 100% una mia persona, il mio candidato”.