Martedì 7 maggio, alle ore 11 a Torino, presso Palazzo Cisterna, via Maria Vittoria 12, l’Eurispes presenta la ricerca “Gioco pubblico e dipendenze in Piemonte”.

In una fase delicata per il mondo del gioco in Piemonte, alla vigilia dell’importante scadenza del 20 maggio, che vedrà la piena applicazione della legge regionale 9/2016, l’Eurispes intende fornire un contributo originale che spazia dalla valutazione degli strumenti previsti dalla normativa (limitazione degli orari dell’offerta e “distanziometro”), all’attività dei Dipartimenti delle Dipendenze patologiche delle Asl regionali, dal nesso tra riduzione dell’offerta e aumento dell’illegalità, all’impatto dei provvedimenti sull’occupazione della filiera regionale del gioco pubblico.

Il Rapporto verrà presentato dal coordinatore della ricerca, Alberto Baldazzi. Intervengono: Antonio De Donno, Procuratore Capo della Repubblica di Brindisi e Presidente dell’Osservatorio permanente su Gioco, Legalità e Patologie, dell’Eurispes; il Generale Guido Mario Geremia, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Torino.

Coordina i lavori Antonio Rinaudo, già Sostituto Procuratore della Repubblica di Torino e Direttore della sede piemontese dell’Eurispes.

La ricerca è arricchita dal contributo del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho.

Sono stati invitati i rappresentanti del Consiglio regionale del Piemonte, del Comune di Torino, della Città Metropolitana di Torino; il Procuratore Generale della Corte d’Appello di Torino, Francesco Saluzzo; il Questore di Torino, Giuseppe De Matteis; i rappresentanti delle Forze dell’ordine; i responsabili dell’Osservatorio sulle Dipendenze della Regione Piemonte e dell’Istituto di ricerca regionale Ires; i rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori del settore.