GRAN FINALE DI DREAMHACK 2019: REKINS E ARDI ATLETI DI PUNTA ITALIANI NELL’ULTIMA TAPPA DELLO STORICO TOUR MONDIALE

Dal 29 novembre al 1° dicembre i top player si sfideranno per un montepremi da 250.000 dollari

La stagione degli Esports sta volgendo al termine e lo fa con l’immancabile appuntamento del DreamHack Winter 2019, la storica tappa svedese del tour mondiale giunto ormai alla 25esima edizione. Dal 29 novembre al 1° dicembre tutti i più importanti player del pianeta si ritroveranno a Jönköping in Svezia per l’ultimo evento stagionale targato DreamHack, il circuito internazionale che abbraccia l’Europa e gli Stati Uniti da Valencia ad Atlanta, passando per Montreal fino all’appuntamento svedese che da anni rappresenta ormai il “gran finale” da non perdere per tutti gli appassionati di Esports.

E quest’anno Exeed, il primo team professionistico di Esports nato in Italia, sarà grandissimo protagonista con i suoi atleti di punta Rekins e Ardi, che sfideranno gli altri top-player mondiali nelle competizioni di Fortnite e inseguiranno un montepremi da 250.000 dollari. Il club con sede a Milano ha già partecipato a quattro tappe del DreamHack con il videogioco Heartstone, ma solo per la prima volta quest’anno viene organizzato il torneo Open anche di Fortnite, il gioco del momento che sta appassionando tifosi e addetti ai lavori. Non poteva così mancare Exeed, che ha nel suo roster atleti di alto profilo come Rekins e Ardi, pronti a rappresentare non solo il proprio team, ma anche l’Italia in uno scenario internazionale e ultracompetitivo. “Sono molto emozionato di esordire con Exeed subito in una competizione così importante, darò il massimo per iniziare al meglio questa nuova avventura” ha dichiarato Ardi, alla sua prima uscita ufficiale come nuovo player della squadra.

Davvero il modo migliore per Exeed di concludere un 2019 di altissimo profilo, sportivo e non solo. Ai risultati dei propri giocatori, si sono affiancate infatti importanti partnership e sponsorizzazioni che hanno dato ancor più prestigio al team: dall’accordo con Adidas, che fornisce il materiale tecnico ai player, a quello con il sito di informazione sportiva Calciomercato.com, passando per le collaborazioni con Sport Digital House, digital agency specializzata nel funnel marketing applicato al settore dello sport; EIS, agenzia che gestisce l’immagine dei campioni dello sport; e SportsGeneration, società di intermediazione sportiva e advisor per le realtà del mondo Esports.

E’ una grande soddisfazione per noi partecipare all’evento di DreamHack a Jönköping, una delle tappe più prestigiose del circuito mondiale di Esports. Dopo essere stati presenti con Heartstone, portiamo due atleti anche per Fortnite, dimostrando la grande crescita del nostro team” dichiara Federico Brambilla, CEO e co-fondatore di Exeed, per continuare: “Ma non è solo un traguardo, è anche un punto di partenza per proiettarci con entusiasmo e ambizione verso il 2020, l’anno delle Olimpiadi dove molto presto ci saranno anche gli Esports”. Il fatturato del fenomeno Esports a livello globale ha ampiamente superato il miliardo di dollari, in così rapida ascesa che il CIO ne sta infatti valutando seriamente l’ingresso alle Olimpiadi.