iori
Print Friendly, PDF & Email

Chiude a Reggio Emilia, per la funzione con cui era nata, la comunità Pluto, che veniva impiegata come luogo di assistenza in cui le persone dipendenti dal gioco d’azzardo erano ospitate 24 ore su 24. Vi giungevano attraverso il Sert, il Servizio Dipendenze Patologiche dell’Ausl, ma dal 15 settembre sarà la sede di Festà a Modena a garantire questo tipo di assistenza. Il perché lo ha spiegato ai microfoni di Tg Reggio Matteo Iori, presidente della comunità Papa Giovanni XXIII.

“Il gioco d’azzardo è entrato nei Lea, il che significa che è stato riconosciuto a livello nazionale come una patologia. Di conseguenza, nella nostra regione le strutture devono essere accreditate e avere caratteristiche specifiche. Noi abbiamo una struttura nel Modenese che manterremo aperta come assistenza ai giocatori, mentre Pluto cambierà programma. Non più una comunità terapeutica residenziale, ma accoglierà le persone per incontri e interventi. Sono molti i Comuni che ci stanno contattando per iniziare a fare interventi di sensibilizzazione rivolti ai giovani e non solo”.

Commenta su Facebook