Nell’ultimo anno i giocatori patologici residenti nei 25 Comuni del distretto 3 Pianura veronese, seguiti dai Servizi dipendenze (Serd) di Zevio e Legnago, sono scesi da 99 a 69.

E’ quanto emerge dal rendiconto dell’unità operativa Dipendenze, diretta dalla dottoressa Sabrina Migliozzi. “Tale diminuzione delle prese in carico non deve trarre in inganno”, avverte però Migliozzi, in quanto “è legata alla sospensione delle attività delle sale da gioco, imposta dalle normative anti Covid, che di fatto ha impedito a molti utenti di accedere a slot machine e videolottery”.

Sono stati 11 i nuovi utenti che, nel 2020, hanno chiesto di essere seguiti dai Serd della Bassa per curare la loro patologia. Sui 69 assistiti, gli uomini sono 60 mentre le donne sono appena 9.

Come si legge su larena.it la stragrande maggioranza dei casi seguiti, ossia 57, è legata a slot machine, videolottery ed altri giochi elettronici a premi, seguiti da cinque utenti che hanno problemi con SuperEnalotto, Win for life, 10 e lotto e concorsi simili. Infine sono minime le problematiche legate a scommesse sportive, bingo e programmi con vincite in denaro su internet.

“Da alcune settimane”, sottolinea Migliozzi, “abbiamo attivato uno sportello telefonico per informazioni o richieste di aiuto, che si può contattare da lunedì a venerdì, dalle 10 alle 13, ed il giovedì, dalle 16 alle 19, al numero 339. 29. 27.196”.