Il progetto “Gap”, promosso dalla Regione Calabria e attuato dall’Asp di Catanzaro, nasce per contrastare il fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo, attraverso un articolato programma di prevenzione e cura della ludopatia, realizzando un lavoro di rete con enti locali, famiglie, scuola e privato-sociale.

I risultati della prima fase dell’importante iniziativa, con un focus su come e quanto il fenomeno sia presente nella provincia di Catanzaro, verranno descritti nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi, lunedì 6 settembre, alle ore 11.30, nella sede del Ser.D. di Catanzaro, in viale Pio X, accanto al Presidio Ospedaliero “Pugliese-Ciaccio”.

Interverranno: Rossella Manfredi, direttore del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze dell’Asp di Catanzaro; Giulia Audino, referente scientifico del progetto e direttore facente funzione del Ser.D. di Catanzaro; i rappresentanti delle tre comunità terapeutiche – Centro Calabrese di Solidarietà, Malgrado Tutto, Progetto Sud – e della Cooperativa Sociale Zarapoti che sono stati e continueranno ad essere la parte operativa del progetto.