Il comune di Rende (CS) ha deciso di affrontare in maniera forte l’emergenza legata al “Coronavirus”. Nell’ottica delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, recependo le indicazioni contenute nel decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri relativamente alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa.

Sono stati attivati una serie di controlli da parte della Polizia municipale che in queste ore ha avuto modo di supervisionare locali che ospitano Call center, sale slot e sale scommesse, bar, pizzerie e ristoranti. Un’attività capillare eseguita con attenzione dagli uomini della Polizia municipale di Rende che sta cercando, facendo rispettare le indicazioni del decreto, di salvaguardare la salute pubblica. Si stanno anche attuando verifiche capillari sulla mobilità e sugli spostamenti dei cittadini e degli avventori, in modo tale da accertare, puntando sulla collaborazione delle persone stesse, eventuali presenze che provengano dalle zone del nord Italia.

Nei bar e nei locali finora sembra esserci comunque una certa disciplina. I gestori hanno esposto cartelli con le direttive da rispettare, per avvisare i clienti delle misure adottate e delle loro modifiche, che sono quasi giornaliere.