“Tra i 101 pazienti affetti da gioco d’azzardo patologico seguiti dal Serd di Cosenza, l’80% appartiene alla fascia di età compresa tra i 20 e i 49 anni. Lo si apprende dai dati in possesso di Roberto Calabria, direttore del Serd del capoluogo, alla vigilia del convegno che si svolgerà martedì 18 ottobre, presso il chiostro di San Domenico di Cosenza, organizzato dalla comunità di recupero Regina Pacis”, è quanto si legge in una nota.

“Le dipendenze riguardano, quasi in maniera omogenea, tutti i giochi disponibili, con prevalenza per quelli online e per le slot machine. Il convegno di martedì, patrocinato dal comune di Cosenza, vedrà confrontarsi esperti e operatori del settore su uno dei problemi più importanti che riguardano le comunità. Ovviamente i dati del Serd, nonostante il grande lavoro compiuto dagli operatori, è parziale e non copre le misure di un fenomeno in continua espansione, che ha conseguenze spesso devastanti per le famiglie”, conclude la nota.

Articolo precedenteBagheria (PA), lotta al gioco d’azzardo patologico: martedì la presentazione del progetto “Una scommessa su di noi”
Articolo successivoScommesse Serie A: continua il periodo no della Juventus, riuscirà il Torino ad approfittarne? La vittoria granata nel derby della Mole è quotata a 3,00 su StarCasinò Bet