Il mercato dei Futures è quel mercato dove vengono negoziati i contratti derivati Future, ecco cosa c’è da sapere.

Per iniziare a investire in maniera corretta tutti hanno bisogno di conoscere bene gli asset finanziari, i mercati di riferimento e i contratti che possono essere stipulati. Tutto questo è davvero indispensabile per chi vuole investire massimizzando le possibilità e ridurre al contempo i rischi collegati alla disinformazione.

Vediamo allora cosa sono i futures e come funziona il loro mercato. I Futures sono uno strumento di investimento derivato, contratti standardizzati che, come le opzioni, si stipulano fra due parti con:

  • Una data di scadenza;
  • Un prezzo fisso.

L’accordo stipulato riguarda quindi la compravendita di un asset finanziario in una data successiva alla stipula dell’accordo e a un prezzo determinato in precedenza.

Dove è possibile comprare e vendere Futures?

Le borse mondiali che negoziano con più frequenza e regolarità questi contratti sono:

  • Eurex;
  • CME.

Tra i broker più interessanti per fare trading con i Futures troviamo Memex, ibroker.it/Futures e Degiro.

Perché quando si parla di Future si parla di investimenti derivati

I Futures vengono chiamati in questo modo poiché il prodotto sottostante la compravendita non è di proprietà. Il valore di questi contratti si ottiene dal prezzo di un’attività sottostante che può essere:

  • Una materia prima;
  • Uno strumento finanziario;
  • Un indice.

In pratica gli operatori di mercati permettono ai trader di acquisire il diritto di acquisto o di vendita di un asset finanziario in una data successiva e per un prezzo ben stabilito così da generare profitto.

Quali sono i Futures più utilizzati per il trading?

Tra i Futures più popolari ci sono sicuramente gli indici e le materie prime come l’energia, i metalli e il petrolio ma anche le obbligazioni sono tra i futures di prima fascia.

In secondo luogo, vengono scelti i Futures che hanno come attività sottostante i tassi di interesse e le azioni ma anche le criptovalute come i Bitcoin.

Come funzionano i Futures

Questo tipo di contratto negoziabile è divisibile in due specifiche posizioni:

  • Posizione lunga: qui ci si riferisce all’acquisto;
  • Posizione corta: qui ci si riferisce alla vendita.

Il principio sottostante questo mercato è stabilito dalle posizioni di vendita e di acquisto:

  • Chi acquisisce il diritto di acquisto nel mercato dei Futures: mira al profitto dato da un aumento del prezzo dell’attività sottostante;
  • Chi acquisisce il diritto di vendita nel mercato dei Futures: mira al profitto dato da una eventuale diminuzione del prezzo dell’attività sottostante.

Il pagamento di questi contratti è regolamentato ed effettuato alla data di scadenza anche se spesso sono venduti prima della scadenza e questo perché uno dei motivi che porta a investire in Futures è quello di realizzare un determinato profitto sfruttando quelle che sono le differenze di prezzo date dalla volatilità del mercato rispetto alle risorse sottostanti.

Infine, è bene tener conto che nonostante il prezzo concordato non debba essere pagato se non al momento della consegna i broker richiedono un acconto specifico e ciò a causa dell’impegno che ci si assume stipulando questo tipo di contratti.

Articolo precedenteGiochi di Natale, in tutte le lobby Microgame una “Slitta piena di Promo”
Articolo successivoiGB rafforza il team con la nomina del senior marketeer Liat Sumen