Lo scorso 4 febbraio fu diramata dagli organi di stampa più importanti della zona la notizia della chiusura preventiva di ben 41 Casinò situati a Macao, provvedimento che si poneva il fine di limitare il proliferarsi del Virus attraverso il contagio nei luoghi in cui la concentrazione di persone sarebbe stata più numerosa.

Nella serata di giovedì gli stessi organi preposti per la formulazione delle decisioni di questo tipo, hanno dato l’ok per la riapertura di 29 di quei 41 casinò. Non è stata una riapertura di basso profilo, visto che tutti i visitatori dei Casinò interessati al re-start, hanno l’obbligo di indossare una maschera a norma, devono rilasciare una dichiarazione relativa alla propria salute e ogni postazione di gioco è separata con una certa distanza da quelle più vicine.

Le porte si sono aperte, ma la situazione è ancora molto lontana dal tornare alla sua normalità: basti pensare che meno di un terzo dei tavoli complessivi è stato animato dalle giocate dei clienti.