“Ferma restando l’autonomia di ciascun ente nelle materie di competenza nei limiti della legislazione vigente”, ha fatto sapere il Viminale, ” le ordinanze delle Regioni contenenti delle direttive ai prefetti relative all’emergenza coronavirus “non risultano coerenti con il quadro normativo”.

Il ministero dell’Interno ha poi sottolineato che i prefetti, “in quanto autorità provinciale di pubblica sicurezza, rispondono unicamente all’autorità nazionale. Stante così le cose, presto potrebbero arrivare nuove disposizioni proprio in merito a queste iniziative. Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in quanto autorità nazionale di pubblica sicurezza, sta lavorando ad una direttiva ai prefetti “per dare attuazione uniforme e coordinata delle disposizioni del Dpcm” con le misure per il contenimento del Coronavirus “che investono profili di ordine e sicurezza pubblica”.