Macao chiude i suoi casinò per due settimane contro la minaccia del coronavirus di Wuhan: lo ha annunciato il governatore Ho Iat-seng che, mentre anche l’ex colonia è alle prese con l’epidemia, ha dovuto prendere provvedimenti sul pilastro dell’economia locale. «Sospenderemo l’industria del gioco d’azzardo e le attività dei relativi casinò per metà mese», ha detto Ho.