Tante le infrazioni alle disposizioni governative in materia di contenimento del virus Covid-19 un po’ in tutta la Sicilia.

Nel Catanese, i carabinieri di Acireale hanno denunciato 18 persone nel territorio compreso tra i comuni di Acireale e Viagrande. In particolare, i militari hanno sorpreso 5 persone di età compresa tra i 19 e i 53 anni che, in un’area di rifornimento lungo la strada statale 114, erano intente a consumare alimenti non rispettando alcuna cautela personale per scongiurare il contagio, ma tentando invece la fortuna grattando i tagliandi della lotteria istantanea.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno controllato un cittadino romeno di 46 anni, che stava camminando in piazza Sante Bargellini, zona Casal Bruciato.

Ai militari l’uomo ha riferito di essere uscito di casa per recarsi ad un vicino centro scommesse, ovviamente chiuso e si è procurato la denuncia a piede libero ai sensi dell’Art. 650 C.P.