Ispezioni della guardia di finanza in bar, centri scommesse e sale bingo anche nel Salento: scatta il sequestro amministrativo di otto apparecchi per il gioco elettronico. I controlli effettuati dai militari del comando provinciale per contrastate le scommesse clandestine e tutelare il gettito fiscale che deriva dal gioco d’azzardo.

Le verifiche sono state eseguite a Trepuzzi, Racale, Casarano e Tricase. Nella prima cittadina, in particolare, si è di recente riunito il comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico per sollecitare interventi di contrasto al fenomeno del gioco d’azzardo. In un locale del posto, i militari delle fiamme gialle hanno sottoposto a sequestro amministrativo 6 apparecchi.

Si tratta di dispositivi che non sono risultati collegati alla rete. Idem per gli altri centri salentini sottoposti a verifica: a Racale il titolare di un’attività è stato trovato con una sola macchina priva di collegamento all’Agenzia dei monopoli dello Stato. Un altro dispositivo elettronico sequestrato anche a Tricase e due a Casarano. Per tutti i proprietari ai quali sono stati contestati gli illeciti amministrativi, è scattata una sanzione che va da poco più di un migliaio di euro fino a 6mila.