Una banda di sette ladri di origine romena e un solo interesse: i gratta e vinci. Rubati a interi blocchi, per poter poi incassare quelli vincenti. Solo nel Comasco e dintorni, tra aprile e ottobre 2018, avrebbero realizzato almeno tredici colpi, oltre a una serie di condotte di ricettazione per andare a incassare i tagliandi vincenti. Ora i sette vanno a processo.

A vario titolo, avrebbero commesso una serie di furti il cui bottino sono stati Gratta&Vinci per un valore che supera i 20mila euro. Oltre, occasionalmente, a denaro del fondo cassa e sigarette. Lo riporta ilgiorno.it.