Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – L’Organizzazione Mondiale della Sanità sta pubblicando la sua nuova classificazione internazionale delle malattie (ICD-11: visibile a questo link).

L’ICD è la base per identificare le tendenze e le statistiche sanitarie in tutto il mondo e contiene circa 55.000 codici univoci per lesioni, malattie e cause di morte. Fornisce un linguaggio comune che consente agli operatori sanitari di condividere informazioni sanitarie in tutto il mondo.

“L’ICD è un prodotto di cui l’Oms è veramente orgoglioso”, afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale. “Ci consente di capire molto su cosa fa ammalare e morire le persone e ad agire per prevenire la sofferenza e salvare vite.”

L’ICD-11, che ha funzionato per oltre un decennio, offre nella sua versione aggiornata miglioramenti significativi rispetto alle versioni precedenti.

Per la prima volta, è completamente elettronico e ha un formato molto più user-friendly. E c’è stato un coinvolgimento senza precedenti degli operatori sanitari che hanno partecipato a riunioni di collaborazione e hanno presentato proposte. Il team di ICD nel quartier generale dell’Oms ha ricevuto oltre 10.000 proposte di revisione.

L’ICD-11 sarà presentato all’Assemblea mondiale della sanità nel maggio 2019 per l’adozione da parte degli Stati membri e entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2022.

La versione pubblicata oggi dall’Oms è un’anteprima che consentirà ai paesi di pianificare come usare il nuovo testo, preparare traduzioni e formare professionisti della salute in tutto il paese.

L’ICD è utilizzato anche dagli assicuratori malattia i cui rimborsi dipendono dalla codifica ICD; gestori del programma sanitario nazionale; specialisti della raccolta dati; e altri che monitorano i progressi nella salute globale e determinano l’allocazione delle risorse sanitarie.

Il nuovo ICD-11 riflette anche i progressi nella medicina e i progressi nella comprensione scientifica. Ad esempio, i codici relativi alla resistenza antimicrobica sono più strettamente in linea con il sistema globale di sorveglianza della resistenza antimicrobica (GLASS).

L’ICD-11 è anche in grado di rilevare meglio i dati relativi alla sicurezza nell’assistenza sanitaria, il che significa che è possibile identificare e ridurre gli eventi non necessari che potrebbero danneggiare la salute, come i flussi di lavoro non sicuri negli ospedali.

Il nuovo ICD include anche nuovi capitoli, uno sulla medicina tradizionale: sebbene milioni di persone utilizzino la medicina tradizionale in tutto il mondo, questa non è mai stata classificata in questo sistema.

Un altro nuovo capitolo è sulla salute sessuale e riunisce le condizioni che precedentemente erano state classificate in altri modi (ad esempio l’incongruenza di genere era elencata in condizioni di salute mentale) o descritte in modo diverso. Il disturbo da gioco d’azzardo è stato aggiunto alla sezione sui disturbi da dipendenza.

“Un principio chiave in questa revisione è stato quello di semplificare la struttura di codifica e gli strumenti elettronici – questo consentirà ai professionisti sanitari di registrare più facilmente e completamente le condizioni”, afferma Robert Jakob, Team Leader, Classifications Terminology and Standards, Oms.

Lubna Alansari, Assistente alla direzione generale della misurazione della salute, afferma: “L’ICD è una pietra miliare delle informazioni sulla salute e l’ICD-11 fornirà una visione aggiornata dei modelli di malattia.”

Commenta su Facebook