slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – L’assessore alle politiche sociali del Comune di Chiavenna (SO), Elena Del Re, ha annunciato l’organizzazione di un incontro rivolto soprattutto alla popolazione anziana, ma aperto naturalmente a tutti, per analizzare il dato emerso nelle scorse settimane sulla propensione al gioco d’azzardo dei chiavennaschi.

«Oggi ci sarà incontro su gioco d’azzardo rivolto agli anziani ma aperto a tutta la popolazione, nell’ambito del progetto “Insieme contro l’azzardo”. I dati arrivati dal Monopolio sono sconvolgenti. In provincia di Sondrio si è giocato nel 2016: 308 milioni in gioco d’azzardo. Di questi il 76% 235 milioni sono stati spesi in awp (slot da bar) e videolottery. Il rapporto del giocato e di 71% awp e 29% videolottery. A Chiavenna nel 2016 si sono giocati 27 milioni e 700 mila in gioco d’azzardo. Di questi l’80% 22 milioni circa sono stati spesi in awp e videolottery. Il rapporto del giocato è ribaltato rispetto alla provincia con 26% awp e 74% videolottery. A Chiavenna si gioca di più rispetto alla media provinciale – spiega Del Re, che con il Comune di Chiavenna si è messa a capofila di un progetto di contrasto al fenomeno che vede coinvolti molti comuni del territorio -, ma soprattutto si gioca alle videolottery, che sono molto più aggressive seppure restituiscono in vincite di più: 88% contro il circa 70%».

Commenta su Facebook