A Poggiardo (LE) il gestore di un centro scommesse ha deciso di trasgredire al decreto che prevede la chiusura dell’attività. A trovare il locale aperto è stata una squadra PAS del Commissariato di Polizia di Otranto che, durante la sua estesa attività sul territorio, ha provveduto ad effettuare un controllo di polizia amministrativa presso l’esercizio commerciale del comune salentino.

All’interno del locale aperto, in violazione del d.p.c.m. 8 marzo 2020, si trovano vari videoterminali (PC) per le attività di scommesse sportive, un banco giornali, un banco ricevitoria e anche un’area di ridottissime dimensioni dove erano posizionati 3 newslot regolarmente accese e funzionanti. Stando alla predisposizione degli arredi, inoltre, il locale è adibito alla raccolta scommesse.

All’esterno del locale gli agenti di polizia hanno rilevato la presenza di attività pubblicitaria dell’attività “scommesse sportive”, pubblicità vietata ai sensi dell’art.7, comma 7, legge regionale della Puglia 23 dicembre 2013, n.43, inerente il Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico (GAP).

A seguito del controllo, dunque, la Polizia ha accertato l’omessa sospensione dell’attività in violazione dell’art. 1 del decreto che prevede la chiusura delle attività di scommesse di giochi leciti. Il titolare è stato denunciato ai sensi dell’arti. 650 C.P. per violazione del decreto e l’attività è stata fatta cessare immediatamente, avviando la procedura di sospensione della licenza nella mattinata odierna.

Continuano i controlli da parte di tutte le Forze dell’Ordine.