Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Catania, beni per 25 milioni di euro riconducibili a Rosario D’Agosta. D’Agosta è considerato monopolista nel Vittoriese della gestione, commercializzazione e installazione degli apparecchi da gioco truccati. Sequestrate 58 unità immobiliari nel Ragusano, 3 appartamenti e 3 garage in provincia di Varese e 4 autovetture.