La Corte di Appello di Torino nell’udienza di questa mattina ha revocato il Piano di concordato per il salvataggio del Casino de la Vallée di Saint-Vincent. La sentenza ha accolto il ricorso della azienda del gruppo Lefebvre ‘Elle Claims’ e dalla Valcolor di Sarre. Gli atti sono stati trasmessi al tribunale di Aosta che – secondo l’avvocato Maria Chiara Marchetti, legale della Valcolor – “potrebbe dichiarare il fallimento della casa da gioco in quanto c’è un’istanza della procura in tal senso”.

Secondo la Corte d’Appello, “il decreto di omologa è invalido in quanto fondato su un precedente provvedimento di concessione dei termini per la presentazione del concordato pieno”. Lo riporta l’Ansa.

“La sentenza è appellabile – fanno sapere i legali della Casino spa -, stiamo acquisendo gli atti per muoverci immediatamente”.