E’ finita male la rapina messa a segno da un uomo a volto coperto e armato di spranga in una tabaccheria di Canicattì (AG). L’autore del colpo – con problemi di tossicodipendenza – è tornato a casa con diversi gratta e vinci, ma non aveva fatto i conti non la propria famiglia, il fratello lo ha infatti denunciato ai carabinieri. L’episodio si è verificato sabato 11 settembre.