Nell’analizzare l’impatto della pandemia sul comparto del gioco legale, molte delle categorie coinvolte ne segnalano conseguenze decisamente negative, che vanno ad appesantire una situazione già estremamente delicata per il mondo del gioco lecito.

E’ quanto emerge da una indagine qualitativa condotta da BVA Doxa che ha coinvolto gli stakeholders del comparto del Gioco legale.

Al di là degli effetti negativi delle restrizioni disposte dai vari DPCM a partire da Marzo 2020, che hanno variamente colpito tutte le categorie merceologiche, vengono in specifico segnalati:

un atteggiamento particolarmente e ingiustamente severo, in termini di restrizioni, per le sale gioco;

una mancanza di solerzia nella protezione delle figure facenti parte della filiera del gioco, ossia degli operatori del gioco e degli impiegati nel settore;

un pericolso ‘effetto spostamento su altri giochi o altri canali e offerte di gioco, nefasto per l’economia della categoria apparecchi da intrattenimento, ma in definitiva pe lo stesso giocatore, che si trova a sperimentare forme di gioco più sfuggenti o rischiose.

Scarica i documenti ai link seguenti:

I risultati della ricerca

Sintesi della ricerca

La voce dei giocatori

______________________

Nota informativa (Delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, n. 256/10/CSP del 9 dicembre 2010, all. A, art. 4)

Soggetto realizzatore: Doxa SpA – Milano. Soggetto committente e acquirente: Codere Network S.p.A.. Estensione territoriale del campione: nazionale. Consistenza numerica del campione: 22 interviste. Data di esecuzione: novembre-dicembre 2021.

Il document complete relative al sondaggio è disponibile sul sito www.agcom.it