Nei giorni scorsi, il personale dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – Ufficio dei Monopoli per la Lombardia – Sezione Operativa Territoriale di Brescia, insieme agli agenti della Questura di Brescia, ha effettuato un’incisiva attività di controllo e verifica in materia di giochi.

Presso tutti i 5 esercizi, ubicati nei comuni di Bagnolo Mella, Manerbio, Chiari, Verolanuova e Orzinuovi è stata accertata la raccolta di scommesse per conto di un bookmaker estero privo di concessione, operante in assenza di autorizzazione.

I titolari di tali esercizi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di raccolta abusiva di gioco.

Inoltre, all’interno dell’esercizio di Verolanuova, in una saletta riservata, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro amministrativo 3 personal computer, utilizzati per il gioco on-line e 2 apparecchi da intrattenimento – Slot Machines – privi delle autorizzazioni e del collegamento alla rete telematica dell’Agenzia.

Al titolare di quest’ultimo esercizio è stata applicata la sanzione amministrativa di 20.000 euro, in riferimento ai personal computer e di altri 20.000 euro con riferimento alle slot machine. È stata, inoltre, disposta la chiusura dell’esercizio da 30 a 60 giorni.

L’attività svolta dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli e dalla Questura di Brescia è incardinata nell’ambito delle operazioni volte a contrastare il gioco illegale, a tutelare i consumatori e a rispettare il divieto di gioco per i minori.

Articolo precedenteOmologhe e autorizzazioni intrattenimento: ADM sta valutando procedure più snelle e ipotesi esonero per calciobalilla e similari
Articolo successivoSisal scrive un pezzo della storia dell’Eurojackpot in Italia: il 29 maggio 2020 a Rionero in Vulture (PZ) maxi vincita da oltre 33 milioni di euro, il montepremi più alto assegnato in Italia in 10 anni di gioco. A Sarcedo (VI) nel 2015 centrato un “5+0” da oltre 413mila euro