Sensibilizzare e prevenire il gioco d’azzardo patologico anche attraverso uno sportello di ascolto e consulenza a chi è caduto nel desiderio compulsivo e ai familiari anche in tema di sostegno legale e finanziario.

E’ la nuova iniziativa dell’Ausl e del Comune di Bologna, con un investimento di 44.000 euro, attraverso un atto firmato ieri dal direttore del Dipartimento salute e benessere di Palazzo D’Accursio. Si occuperà di mettere in campo le diverse azioni previste dalle due istituzioni la cooperativa sociale Solco Dai Crocicchi.

Lo sportello – scrive l’agenzia Dire – si integrerà alla rete dei servizi già attivi nei quartieri e sarà dedicato soprattutto a “quelle persone che esprimono una fragilità relativamente al problema del gioco d’azzardo, di tipo personale o del proprio nucleo familiare, ma che non hanno ancora definito un percorso specifico di connessione con i servizi sanitari disponibili”.

Attraverso lo sportello, sarà possibile attivare anche “percorsi di orientamento legale e gestione finanziaria, e connessione-accompagnamento verso i servizi riconosciuti sul territorio che si occupano di sovraindebitamento”. Contro la ludopatia, Comune e Ausl di Bologna hanno poi in programma di realizzare anche “interventi ed eventi di sensibilizzazione al gioco d’azzardo” nei singoli Quartieri della città. Saranno previsti anche “interventi ed eventi di sensibilizzazione e formazione rivolti ai cittadini e agli operatori non sanitari quali educatori, assistenti sociali, operatori degli sportelli sociali, educatori di istituzioni private ed associazioni, al fine di aumentare la conoscenza del fenomeno del gioco d’azzardo patologico e dei rischi ad esso connessi”.

Articolo precedenteBoom per le scommesse a quota fissa ad agosto, raccolta a +42%
Articolo successivoScommesse Conference League: Fiorentina, prima in discesa con l’RFS Riga. Jović in cerca di riscatto, doppietta europea a 5,00 su Sisal