polizia ctd
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – I servizi, svolti dal personale della Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e del Commissariato di P.S. di Quartu Sant’Elena sono stati effettuati con la collaborazione della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna.

In particolare, sono stati controllati 7 esercizi pubblici nella città di Cagliari, nel corso dei quali sono stati rinvenuti e sequestrati 5 apparecchi elettronici, cosiddette “slot machine” che sono risultati irregolari in quanto non collegati alla rete telematica dei Monopoli di Stato e senza il previsto nulla osta all’esercizio. Per tali infrazioni sono state comminate sanzioni per un totale 11.600 euro ed è stato sequestrato il denaro contenuto all’interno delle slot, che sarà oggetto di confisca da parte dei Monopoli di Stato.

Inoltre sono state contestate le infrazioni all’ordinanza del sindaco di Cagliari con la quale vengono disposti i limiti di orario per l’esercizio delle sale da gioco e l’utilizzo delle slot machine, la mancanza della tabella espositiva dei tassi alcolemici per i locali che somministrano oltre le ore 24 e l’assenza delle formule di avvertimento sul rischio patologico della pratica del gioco con vincite in denaro.

Nel corso dei controlli all’interno di un circolo privato nel territorio di Sestu è stata accertata la presenza di tre apparecchi e congegni elettronici difformi alla normativa vigente che sono stati sequestrati e per i quali è stata comminata la sanzione di euro 7000 al presidente del circolo e altri 7000 euro sono stati contestati al fornitore degli apparecchi in quanto illegali.

Commenta su Facebook