carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Dalle prime ore di questa mattina è in corso una vasta operazione a Ostia. Polizia, Carabinieri e Guardia Costiera, con proprio Nucleo speciale d’intervento, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Roma su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia a carico di 31 capi e affiliati ad un clan responsabili, tra l’altro, di “aver costituito, promosso e fatto parte di un’associazione a delinquere di tipo mafioso sul territorio laziale e segnatamente ad Ostia”. Uno dei destinatari dei provvedimenti è latitante. Nell’operazione, denominata “Eclissi”, sono stati sequestrate alcune società attive nel gioco d’azzardo.

“La conferma dell’inquinamento delle attività economiche proviene dalla presenza, quali soci di fatto, di appartenenti al clan in attività imprenditoriali di gestione delle sale giochi di Ostia, nonché di gestione di numerosi apparecchi elettronici da intrattenimento – c.d. Videoslot/Videolottery – installati all’interno di esercizi commerciali. Le indagini hanno evidenziato, a conforto della capacità e pericolosità dell’organizzazione, l’agire continuo di (…) al fine di estendere il controllo dell’installazione delle macchinette mediante l’acquisizione di nuove attività commerciali site a Ostia Lido, con il tentativo di giungere anche in altre zone della Capitale. Inoltre, le attività tecniche hanno posto in risalto l’interesse del gruppo criminale capeggiato da (…) ad ampliare il proprio giro di affari, mediante l’acquisizione di nuovi spazi nel lucroso settore delle sale da gioco, al fine di reinvestire il denaro proveniente dalle innumerevoli attività illecite. In tal senso, sono state intercettate numerose conversazioni telefoniche nelle quali gli indagati ricercano numerosi locali anche nella Capitale, in particolare in zona Piazza Vittorio, nonché in località Torvaianica”, hanno spiegato le forze dell’ordine.

Commenta su Facebook