Si svolgerà oggi, mercoledì 21 ottobre, il primo modulo in remoto del convegno “Stare al Gioco: uno sguardo sul fenomeno dell’azzardo” rimandato nella sua impostazione assembleare nel secondo modulo alla primavera del prossimo anno, rivolto agli operatori sanitari e del sociale impegnati in questo ambito. L’evento, in programma in remoto, è organizzato dall’ULSS 7 Pedemontana in collaborazione con la cooperativa sociale Adelante, la Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank e gli assessorati alle politiche giovanili dei Comuni del Distretto 1 e verrà coordinato dagli operatori della cooperativa sociale Adelante che, nell’ambito del progetto “Stare al gioco”, nato nel 2012 dalla collaborazione con il Ser.D. del Distretto 1, sono impegnati nell’accompagnamento di persone con problemi di gioco d’azzardo e dei loro familiari e in progetti di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico nel territorio.

Il Dipartimento per le Dipendenze dell’Ulss 7 Pedemontana è da tempo attivamente impegnato su questo fronte, con un servizio di valutazione diagnostica e l’organizzazione di percorsi terapeutici gratuiti individuali, familiari e di gruppo.

In occasione del convegno sono state organizzate anche due iniziative di sensibilizzazione rivolte alla popolazione: la distribuzione di 10.000 tovagliette che saranno servite duranti i pasti nelle mense delle più importanti aziende del territorio e nei tre ospedali (Bassano, Santorso ed Asiago) e la consegna di 36.000 sacchetti del pane che saranno consegnati ai 23 assessori alle politiche giovanili dei comuni afferenti al distretto 1 che, in accordo con i panettieri del proprio comune, diffonderanno slogan positivi e attenti per una seria prevenzione al gioco d’azzardo patologico. In aggiunta, è previsto il lancio di 4 video di sensibilizzazione sul tema ideati e realizzati da un gruppo di ragazzi della scuola secondaria di secondo grado che saranno poi disponibili per la diffusione in diversi canali da parte degli assessori alle politiche giovanili dei comuni.