Due episodi avvenuti a qualche settimana di distanza sono stati riuniti in un unico processo che si è chiuso con una condanna a 2 anni e 4 mesi al suo autore, ritenuto il responsabile di una rapina alla sala giochi di corso Alfieri nel marzo del 2019 e del furto di una borsetta che si trovava sul sedile di un’automobile ferma in piazza Marconi ad Asti.

L’uomo si era introdotto nella sala giochi, aveva avvicinato una delle addette alla cassa e l’aveva minacciata per farsi consegnare il denaro. La scena – si legge su lanuovaprovincia.it – venne ripresa sia dalle telecamere interne della sala giochi che da quelle sulla pubblica via. Le successive indagini dei carabinieri portarono, poche settimane dopo, ad identificare l’uomo.