In occasione della Settimana di Prevenzione e Sensibilizzazione sul Gioco D’azzardo inserito nel Piano Regionale per il Gioco d’azzardo, che coinvolge il Dipartimento per i disturbi Alcol e Gioco correlati della Asl di Cagliari, con il coinvolgimento della Asl di Sassari, nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre oltre ottocento studenti tra i 14 e 18 anni di alcuni istituti superiori della città di Sassari, Alghero, Ozieri e Porto Torres, saranno i protagonisti di una due giorni di sensibilizzazione in cui verranno illustrate le insidie legate al gioco d’azzardo tecnologico, come video poker, slot machine, azzardo on line.

Queste iniziative, dirette ai più giovani, si pongono come obiettivo l’implementazione di attività di prevenzione, cura e riabilitazione del Disturbo da Gioco d’Azzardo, cercando di intervenire prima che diventi “un problema”.

Giovedi 6 ottobre 2022, dalle ore 10.00, nell’auditorium dell’Istituto superiore “G.M. Devilla”, in via Monte Grappa a Sassari, è previsto lo Spettacolo Teatrale “GAP Rovinarsi è un gioco”, di e con Stefano Ledda, che intende informare e sensibilizzare gli studenti riguardo alle insidie legate al Gioco d’Azzardo e ha come punto di forza il coinvolgimento del pubblico in una dibattito, successivo alla visione dello spettacolo.

Venerdi 7 ottobre 2022, sempre alle ore 10.00, nell’Auditorium del “Devilla”, è previsto “Talk”, organizzato da Taxi 1729, della durata di circa 100 minuti, uno spettacolo teatrale che ha come peculiarità l’interazione con il pubblico e il dinamismo che unisce divulgazione matematica e delle probabilità e denuncia sociale in una forma coinvolgente che vedrà direttamente coinvolti i ragazzi in un momento di sensibilizzazione interattivo.

La Asl di Sassari si occupa delle problematiche relative alla Dipendenza da Gioco d’Azzardo Patologico (Gap) attraverso l’Unità Funzionale (inserita all’interno della Struttura complessa Area Dipendenze Patologiche), costituita da una equipe multidisciplinare che opera sul territorio del nord ovest della Sardegna, con l’obiettivo di prevenire e contenere il disagio relativo al Gioco D’azzardo.

Si occupa della presa in carico dei paziente oltre a fornire consulenza, valutazione e cura delle loro famiglie. Attualmente sono un centinaio i pazienti seguiti dalla Asl di Sassari, oltre ai loro familiari.

Articolo precedenteScommesse ippica: Dimitri Ferm ha in mano il Derby di trotto. Due Italia, a 2,00 su Sisal, favorita nelle Oaks
Articolo successivo“Borghi Sicuri”, controlli nel territorio di Foligno (PG): verifiche anche su rispetto normativa slot