La Asl Lanciano Vasto Chieti, con l’aiuto qualificato degli operatori del Servizio per le dipendenze, ha strutturato uno sportello dedicato ai ludopatici e si appresta a promuoverlo con una massiccia campagna di informazione. L’iniziativa è stata illustrata a Chieti alla presenza del direttore generale della Asl Thomas Schael, del prefetto di Chieti Armando Forgione, del presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo, del sindaco di Chieti Diego Ferrara, del delegato Anci Abruzzo Massimo Luciani, di don Luca Corazzari, presidente Caritas Diocesi di Chieti, e di Paola Fasciani, direttore del Servizio Dipendenze dell’Asl.

La campagna, alla quale ha contribuito per la parte creativa Cortò Factory Image – locandine, brochure, gadget, un cortometraggio, brevi video, pagina Facebook e la landing page https://lazzardononeuncompagnofedele.it/ – è stata strutturata con l’obiettivo di raggiungere un pubblico ampio per mostrare che una via d’uscita dalla ludopatia c’è. ”La campagna di comunicazione che abbiamo realizzato ha un duplice scopo – ha spiegato Fasciani – a partire dalla necessità di informare e sensibilizzare il maggior numero di persone possibile. Vogliamo renderle consapevoli che il gioco d’azzardo può diventare una trappola che incastra nei suoi ingranaggi e finisce col consumare non solo il denaro, ma anche le relazioni più importanti, con le persone che ci sono più care, partner, figli, genitori, amici e colleghi. Il secondo scopo della campagna è far conoscere a tutti che nel luogo in cui viviamo ci sono professionisti esperti che possono aiutare a capire meglio la situazione in cui ci si trova, i rischi che si stanno correndo e l’aiuto concreto di cui si ha bisogno; e questo senza bisogno di prenotazione e senza alcun costo, faccia a faccia o a distanza, nel pieno rispetto di riservatezza e anonimato”. La campagna nasce dalla collaborazione tra Regione Abruzzo, Servizio per le Dipendenze della Asl Lanciano Vasto Chieti, Anci Abruzzo, Consorzio SGS, Cooperativa “La Rondine”.