carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Cinque persone di origine cinese, che avevano trasformato un appartamento in un mini-casinò, sono state denunciate per organizzazione e partecipazione al gioco d’azzardo. Sequestrati i tavoli da gioco e i soldi trovati ai giocatori.

Le indagini, che hanno portato a cinque denunce, sono partite da una segnalazione relativa ad un andirivieni eccessivo di persone in un appartamento del Macrolotto 0, nella zona industriale di Prato. Nella casa risiedevano ufficialmente due cinesi, ma solo una di loro, una donna di 51 anni, era presente. In realtà l’appartamento era in parte stato adibito a sala per il gioco d’azzardo.

Gli agenti hanno infatti trovato altri quattro cinesi intenti a giocare a ‘mahjong’, tipico gioco orientale, con ingenti somme di denaro sul tavolo. Proprio i tavoli messi a disposizione dei giocatori hanno confermato che non si trattava di un innocuo passatempo fra amici, perché sui i tavoli c’erano apparecchi elettronici con vani per appoggiare i soldi e un meccanismo automatico di mescolamento e distribuzione delle tessere. Entrambi i tavoli da gioco, del valore superiore a 1.000 euro ciascuno, sono stati sequestrati così come i soldi trovati ai giocatori, tutti denunciati per la partecipazione al gioco d’azzardo.

Commenta su Facebook