Un servizio di sportello sul gioco d’azzardo patologico (Gap): lo offre la Casa di accoglienza “S. Maria Goretti” della diocesi di Andria. Lo sportello, ricorda una nota della diocesi, è un punto informativo, di ascolto e di primo contatto sia per i giocatori sia per le famiglie. “Il servizio erogato dai volontari e dall’équipe ‘Vinco Io’ per Casa di accoglienza S. Maria Goretti è una risposta importante sul territorio provinciale”. Dall’inizio del 2021 sono una ventina le richieste di aiuto.