slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – A distanza di circa tre mesi dall’inaugurazione ad Andria (BT) del primo sportello di contrasto al gioco d’azzardo gestito dalla Comunità “Migrantesliberi”, con la collaborazione della Casa di accoglienza “S. Maria Goretti” della diocesi di Andria, la stessa Comunità promuove domani il convegno “Gioco d’azzardo patologico conoscerlo per evitarlo e il Dis-Interesse della politica” (sala P. Attimonelli adiacente l’albergo Albergo dei Pini – ore 18).

Dopo i saluti del vescovo mons. Luigi Mansi, interverrà don Geremia Acri, responsabile Comunità Migrantesliberi. A seguire, la presentazione dei risultati nei primi mesi di avvio dello sportello di contrasto al gioco d’azzardo a cura di Daniela Fortunato, assistente sociale, e di Liliana D’Avanzo, psicologa e psicoterapeuta. “La politica del Dis-Interesse” sarà il tema centrale dell’intervento di mons. Alberto D’Urso, presidente nazionale della Consulta antiusura e di Attilio Simeone, legale della stessa. Per don Acri, “a nessuno è consentito di assistere indifferenti ad un tale degrado e decadimento. È evidente che non c’è altra possibilità che affrontare il problema sul piano culturale. È necessario informare anziani, uomini, donne e ragazzi di ogni età sui reali rischi che si nascondono dietro il ‘fascino e piacere’ del gioco d’azzardo”.

Lo sportello “Vinco io” è operativo in via Pellegrino Rossi, 41, ad Andria, il martedì e giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, ma sempre raggiungibile al numero verde 800589346.

Commenta su Facebook