“Attivare organismi permanenti di vigilanza sugli atti amministrativi con particolare riguardo alla realizzazione e compravendita di immobili, esercizi commerciali, attività di slot machine e giochi d’azzardo e gestione dei servizi pubblici”. E’ una delle richieste avanzate da decine di cittadini di Formia (LT), tra cui vari esponenti del PD, l’ex parlamentare Sesa Amici e Francesco Carta, tramite una lettera inviata ai Ministri di Giustizia e Interno, al Presidente della Commissione Antimafia, al Prefetto e al Questore, nonché ai comandanti delle Forze dell’Ordine, al Presidente della Regione, al Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità, al Presidente della Provincia, ai sindaci di molti comuni del Golfo, alle organizzazioni di categoria e alle forze politiche e sociali. L’obiettivo annunciato è quello della costituzione di una sede distaccata della Direzione investigativa antimafia per combattere la criminalità organizzata.