ADM, il 31 maggio incontro sulla contraffazione con il Procuratore di Milano Fusco

Martedì 31 maggio alle ore 11:00, presso la sede di Piazza Mastai, 12 a Roma, è stata organizzato un incontro sul tema della contraffazione a cui parteciperanno il Direttore Generale dell’Agenzia, Marcello Minenna e il Procuratore Aggiunto presso il Tribunale di Milano, Eugenio Fusco.

L’incontro prende spunto da una recente operazione di controllo a Linate durante la quale sono stati sottoposti a sequestro 4 motocicli elettrici di origine e provenienza cinese che imitano in modo illegittimo il design della Vespa tradizionale e per la cui tutela la società Piaggio Spa ha presentato in dogana istanza di tutela.

La contraffazione rappresenta grave minaccia per le imprese, i consumatori e per l’economia del nostro Paese. La concorrenza sleale ha, inoltre, messo drammaticamente in evidenza quanto la tutela e la protezione dei marchi e dei brevetti sia importante. Inoltre, quanto sia strategico tutelare il mercato legale con un piano finalizzato alla difesa dei prodotti Made in Italy.

La contraffazione è un delitto che reca particolare allarme sociale, in quanto lede contemporaneamente diversi beni giuridici:

  • La fede pubblica (intesa come legittimo affidamento che il consumatore deve riporre nei segni distintivi);
  • L’ordine economico (inteso come il diritto del titolare di proprietà intellettuale di non subire un illegittimo danno patrimoniale);
  • La salute e la sicurezza dei consumatori, in quanto il bene contraffatto è normalmente prodotto con materiale scadente e/o che non rispetta i criteri di sicurezza previsti dalla normativa unionale.

Il legislatore unionale, con il Reg. UE n. 608/2013, ha conferito alle amministrazioni doganali dell’Unione – in Italia all’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – il compito di far rispettare i diritti di proprietà intellettuale in relazione alle merci soggette a vigilanza o controllo doganale, al fine di impedire l’introduzione nel territorio unionale di merci contraffatte.

In particolare, ADM ha il potere di intervenire in caso di violazioni di marchi e di brevetti (disegni, modelli, denominazioni commerciali, topografie di prodotti a semiconduttori, modelli di utilità e dispositivi) e del diritto d’autore, nella misura in cui sono protette come diritti esclusivi.

Nell’ambito dell’incontro, oltre a illustrare i dati statistici delle merci risultate contraffatte, verranno esposte delle copie di automobili Ferrari d’epoca tra le quali spicca il modello utilizzato dal pluricampione di Formula 1, Niki Lauda.

Articolo precedenteUsmate Velate (MB): tre rapine al centro scommesse in un mese, arrestato 25enne
Articolo successivoGrecia: gioco online, limite puntata massima passa da 2 a 20 euro